Giorgio Ciotoli si affida a Federico Calicchia